I sensi di colpa e il tempo che non basta mai

Buon mercoledì donne,
Come state? Siete riuscite a fare il vostro itinerario di viaggio?
Come’è andata? Siete riuscite a mettere tutto ciò che volevate?

Io, come voi, ho cercato di individuare le mie priorità, le quali costituiscono il mio viaggio, e non vi nego che ho dovuto lottare con i miei sensi di colpa, maledetti loro!
È difficile ascoltare ciò che ci arriva da dentro, i nostri desideri più “egoistici”, solitamente facciamo finta di nulla, ci riempiamo le giornate d’impegni, convinte che questi possano aspettare, mettendoli sempre al secondo posto, pensando che non siano una priorità e che non sia giusto ascoltarli.
Individuato i ruoli che mi appartengono, donna, compagna e mamma, ho scritto quali desideri fossero legati a questi.
I sensi di colpa e le difficoltà sono arrivati quando ho dovuto mettere questi desideri in ordine, dando loro delle priorità. Mi sono chiesta perché sentissi che i desideri di “donna” fossero più forti rispetto a quelli da “mamma” o da “compagna” e se fosse giusto.

Poi ho smesso di giudicarmi e ho iniziato ad ascoltarmi.

In questo viaggio di ricerca personale ed organizzativa, ho compreso che soddisfando le necessità e i bisogni che ne stanno alla base, si rafforzano, come in edilizia, le fondamenta; le quali sono essenziali per consentire lo slancio di una struttura forte e sicura.

E’ quindi necessario partire da noi stesse, qualunque siano le vostre fondamenta rendetele indistruttibili, solo così avrete un rooftop invidiabile!

MEMO:
Itinerario di viaggio chiaro e organizzato, se così non fosse, rischiate di non riuscire a vedere ciò che vi eravate prefissate.
Non dimenticatelo mai!!

Riassumiamo ciò che ci siamo già dette

– Cose da NON fare:
Credere che sia semplice fare tutto, non lo è!
Cercare di ricordare tutto.
Mischiare il lavoro con la vita personale.
Applicare le regole famigliari a lavoro e viceversa.

– Fare itinerario di viaggio di ciò che desideriamo fare, ma non facciamo
Pensate a voi come donna, come mamma e come compagna; per ogni ruolo scrivete ciò che desiderate fare e che non fate (senza pensare alla questione tempo, vedremo più in là come affrontare questa problematica).
Ora organizzate le vostre priorità, partite dal desiderio più forte a quello che lo è meno.
Fatemi sapere qualcosa di voi, ditemi se vi siete trovate in ciò che racconto, se avete bisogno di aiuto per fare il vostro itinerario.

Dalle prossime settimane parleremo di gestione del tempo, ma senza sapere dove vogliamo andare, parlare di tempo sara’ inutile quindi.. preparatevi!!!

Articolo a cura di Manuela Mariotti, originariamente apparso su Turin Business Network Donna https://www.facebook.com/TBNDonna/

Condividi