Staccare la spina.
“Un buon equilibro vita-lavoro consente di avere una vita serena”.

Presi dalla consuetudine e dal senso del dovere spesso non riusciamo a staccare dal lavoro e ci portiamo a casa i problemi, continuando ad avere la mente ingombra e non vivendo pienamente.

Spesso si lavora tanto perché si ha paura di perdere il lavoro, o perché si è lavoratori autonomi e si ha paura di non avere clienti. Oppure per semplice senso del dovere, perché vogliamo fare tutto perfetto e ci dimentichiamo di noi.

Dedicare un giusto tempo alla vita privata, organizzando le priorità e pensando al proprio benessere psico-fisico è però fondamentale per il nostro equilibrio e per quello di chi ci sta accanto, perché rischiamo di arrivare a casa privi di energie e di vitalità. Rischiamo di non ascoltare o di far finta di farlo, perché abbiamo la mente da un’altra parte.
Oggi il rischio di non sapere staccare la spina è ancora maggiore, perché grazie alla tecnologia non stacchiamo mai di lavorare, potendo lavorare da casa e confondendo ancora di più il tempo da dedicare alla vita privata dal tempo da dedicare al lavoro.

Per rimediare e non avere un giorno rimpianti è necessario fermarsi e pensare a noi stessi, alla nostra felicità e cambiare le nostre abitudini, rischiando un po’.

Non c’è una regola unica che vale per tutti, ognuno troverà il proprio equilibrio vita-lavoro.
E’ fondamentale iniziare col darsi le giuste priorità e imporsi gli impegni di “tempo libero” come fossero impegni di lavoro.

In questo modo, riequilibrando i tempi lavorativi e i tempi non lavorativi, aiuteremo anche la nostra azienda o il nostro studio perché saremo più produttivi e più efficienti.

“Lo scopo del lavoro è quello di trovarsi del tempo libero” Aristotele

Un saluto da
Emanuela

Photo by Jono on Unsplash

Cosa ne pensi?
Condividi
Condividi