Nuove agevolazioni per l’acquisto di registratori di cassa di ultima generazione per tutti i commercianti al dettaglio tenuti ad inviare telematicamente i dati dei corrispettivi giornalieri a partire dal 1° gennaio 2020 o addirittura dal 1° Luglio 2019 se il volume d’affari è superiore a 400.000 euro.

Grazie alla trasmissione degli incassi, i vecchi scontrini fiscali si trasformeranno in “scontrini elettronici”, per cui i consumatori finali non riceveranno più il documento di spesa cartaceo, fatta salva la possibilità di farselo rilasciare su espressa richiesta.

Inoltre non vi sarà più l’obbligo di registrazione dei corrispettivi, poiché grazie all’invio telematico l’agenzia delle entrate acquisirà i dati in tempo reale o quasi.

Con il provvedimento 49842/2019, l’Agenzia delle Entrate detta le istruzioni per fruire del bonus: per gli acquisti di un nuovo misuratore fiscale viene offerto un contributo del 50%, fino ad un massimo di 250 euro, oppure di 50 euro in caso di adeguamento del vecchi o apparecchio.

Tali spese dovranno essere sostenute nel 2019 o nel 2020 con pagamento con modalità tracciate e verrà concesso all’esercente un credito d’imposta utilizzabile in compensazione tramite modello F24 a partire dalla prima liquidazione periodica dell’iva successiva al mese in cui è stata registrata la fattura che documenta tale acquisto.

Il credito dovrà essere poi indicato nella dichiarazione dei redditi dell’anno di imposta in cui è stata sostenuta la spesa e in quella degli anni successivi, finché se ne concluda l’utilizzo.

Melania

Photo by Kody Gautier on Unsplash

Condividi
Condividi