Come ogni anno si sta avvicinando la scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Ne approfittiamo per rispondere a qualche domanda e dissipare qualche dubbio che assale sempre il contribuente che voglia essere in regola con il Fisco.

Partiamo dalle scadenze principali:
– La prima scadenza utile per il versamento delle imposte sarà il 01 Luglio 2019, fatta salva la possibilità di prorogare la scadenza al 20 Agosto 2019 con la maggiorazione dello 0,40%.
La presentazione telematica del modello UNICO avverrà invece entro il 31/10/2019.
– Per coloro, invece, che si avvalgono del modello 730 l’invio è previsto entro il 23 luglio 2019.

Che cosa si può scaricare?

La legge di Bilancio 2019 ha introdotto alcune novità di seguito elencate:

Nuovo recupero del 19%

  • Detrazione per le spese di abbonamento trasporto pubblico la detrazione è pari al 19% – anche per le spese sostenute per i familiari a carico – per un importo non superiore a 250 euro;
  • Detrazione per le spese per assicurazione contro eventi calamitosi la detrazione è del 19% dei premi pagati per le assicurazioni aventi a oggetto il rischio di eventi calamitosi – solo relativamente alle unità immobiliari a uso abitativo – e si applica esclusivamente alle polizze stipulate a partire dal 1° gennaio 2018.
  • Detrazione per le spese sostenute in favore dei minori o di maggiorenni, con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) (dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia) per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici e informatici fino alla conclusione della scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore). Per usufruire dell’agevolazione è necessario un certificato medico, rilasciato dal Servizio sanitario nazionale, da specialisti o strutture accreditate che attesti la diagnosi DSA.
  • Deduzione erogazioni liberali a favore delle ONLUS, OV e APS: il Codice del Terzo settore prevede che le liberalità in denaro o in natura erogate a favore degli enti del Terzo settore non commerciali siano deducibili dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato. Qualora detto importo sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare.
  • Detrazione per erogazioni liberali a favore delle ONLUS, APS: è possibile detrarre il 30% degli oneri sostenuti per le erogazioni liberali in denaro o in natura a favore delle Onlus e delle associazioni di promozione sociale, per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 30.000 euro. L’aliquota di detrazione è elevata al 35% degli oneri sostenuti dal contribuente, qualora l’erogazione liberale sia a favore di organizzazioni di volontariato.
  • Detrazione contributi associativi alle società di mutuo soccorso: è innalzato a 1.300 euro il limite di detrazione dei contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso.
  • Sistemazione a verde: è possibile portare in detrazione dal’Irpef le spese sostenute per la sistemazione a verde delle unità immobiliari e anche quelle sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali. La detrazione dall’imposta lorda è pari al 36% delle spese documentate di ammontare complessivo non superiore a 5.000 euro per unità immobiliare.
  • Spese per interventi finalizzati al risparmio energetico: sono state introdotte nuove tipologie di interventi agevolabili con aliquota di detrazione al 65% o con aliquote dell’80 o dell’85% degli interventi su parti comuni di edifici condominiali volti alla riqualificazione energetica e riduzione di una o due classi del rischio sismico.

Oltre alle novità vi ricordo che rimangono invariate le principali detrazioni che continuano ad essere ancora in vigore:

spese sanitarie, spese sanitarie per i disabili, erogazioni alle ASD, spese scolastiche, tasse universitarie, spese per acquisto dei veicoli per disabili, erogazioni verso attività culturali ed artistiche, interessi passivi per mutuo prima casa, spese veterinarie, spese per asili nido, spese funebri, spese per addetti all’assistenza personale, spese per assicurazioni sulla vita, spese per attività sportive per i figli a carico.

Per qualsiasi dubbio o necessità non esitate a contattarmi,
Nicoletta.

Nicoletta

Photo on Pixabay

Condividi
Condividi