Addio evasione fiscale?

Dal 1° gennaio 2020, in via sperimentale, partirà la “lotteria degli scontrini”, lanciata con il decreto fiscale dello scorso anno.

Il cittadino che vorrà partecipare, ad eccezione di minorenni, soggetti non residenti in Italia e a condizione che agisca in qualità di contribuente e non di imprenditore o professionista, dovrà chiedere all’esercente l’inserimento del proprio codice fiscale nello scontrino.

Tali ricevute, che dal 1° gennaio 2020 dovranno essere obbligatoriamente trasmesse telematicamente all’Agenzia delle Entrate, conterranno dati che andranno a confluire in un database da cui verranno estratti i vincitori.

Lo scopo, dunque, è quello di incentivare cittadini ed esercenti a richiedere ed emettere gli scontrini fiscali.

Le estrazioni prevedono vincite mensili fino a 10.000 euro a cui si aggiungerà un’estrazione finale con un premio di 1 milione di euro.

Per partecipare è necessario fare acquisti per almeno 1 euro e, ogni 10 centesimi daranno diritto ad 1 biglietto virtuale (per ogni euro di spesa, quindi, si parteciperà con 10 ticket); tali soglie aumentano del 20% qualora il pagamento sia effettuato con moneta elettronica.

Rimangono esclusi dalla lotteria solamente alcuni scontrini, come quelli della farmacia, per cui si usufruisce di una detrazione nella dichiarazione dei redditi e da cui, quindi si sia già ottenuto un vantaggio.

Melania

Un saluto da Melania

Photo by dylan nolte on Unsplash

Condividi
Condividi